Le Turf House sono delle case tradizionali islandesi progettate appositamente con un tetto erboso che da l’impressione che la struttura emerga direttamente dalla terra.

Le Turf House esistono in Islanda dal IX secolo, ed erano tradizionalmente delle grandi case che ospitavano tutte le funzioni necessarie col tetto a doppio spiovente coperto con un tappeto erboso. Anche le pareti esterne venivano realizzate interamente di erba o torba e pietra.
All’interno, lo spazio veniva suddiviso con pareti di legno mentre le pietre venivano utilizzate solo per i perimetri esterni, con o senza il manto erboso, e come sottofondo per il tetto.

Nel tempo l’architettura tradizionale islandese è cambiata in base al clima locale, le risorse ambientali e le esigenze della società, ma le Turf House continuano a rappresentare ancora la tipica casa islandese.
I metodi di costruzione variavano da regione a regione, in base alla disponibilità di materiali: le pareti di torba normalmente hanno uno strato esterno, uno strato interno e una parte centrale che collega i due strati, ma un’altra tecnica o altro materiale potrebbero anche essere utilizzati per la parte inferiore e superiore della parete. Mentre i materiali da costruzione utilizzati non sono cambiati molto, nel tempo la forma delle turf House si è adattata al un contesto in evoluzione.
Per cui se prima la casa tradizionale era costituita da un unico volume, nel corso dei secoli, la Turf House si è ampliata fino a mostrarsi come un gruppo di piccole case collegate da un passaggio (gangabær).

Le Turf houses sono un esempio di green building presente in tutto il nord Europa, ma soprattutto in quei paesi che sono stati dominati dai Vichinghi, come Norvegia, Scozia, Irlanda, Isole Faroe, Groenlandia e Islanda.
Quella delle case con il tetto ricoperto da un tappeto erboso è una tradizione edile tipica dei territori che presentano condizioni climatiche avverse alla sopravvivenza dell’uomo. Infatti, grazie al tappeto erboso che ne ricopre i tetti e, a volte, anche le pareti, le Turf houses sono in grado di trattenere il calore all’interno dell’edificio, creando un ottimo sistema di coibentazione.

Caratteristiche tecniche delle Turf House
Come suggerisce il nome, la torba è uno dei principali materiali utilizzati per la costruzione di queste strutture.
Il legno è utilizzato per la costruzione, la torba è prevista per formare le pareti spesse e come copertura per il tetto.
Talvolta le pietre sono utilizzate con o senza il manto erboso per le pareti e i lastroni possono essere usati come base per il tetto.
Anche se i materiali da costruzione utilizzati non sono cambiati molto, a essere modificata è stata la forma del tappeto erboso, che si è adattata di volta in volta al contesto che mutava attraverso i secoli.
La “durata” delle pareti è molto variabile: la composizione dei materiali, la qualità della lavorazione e le fluttuazioni nel clima giocano un ruolo importante in questo senso. Sta di fatto che un rinnovamento periodico del manto erboso è necessario e, in alcuni casi, anche intere pareti o case devono essere smantellate e ricostruite con un nuovo manto verde, anche se le pietre e il legname possono essere riutilizzati.

Anche se le case dal tappeto erboso ora non sono tutte abitate, rimangono in ogni caso la testimonianza diretta della lunga storia di ogni sito e un forte collegamento con il passato. Il loro uso continuato in tutto il paese evidenzia il loro ruolo all’interno del paesaggio agrario in continua evoluzione della campagna islandese.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *