(fonte immagine linearch.it)

Il soggiorno
E’ l’ambiente d’incontro tra i componenti della famiglia e gli ospiti, deve essere ampio e luminoso per garantire comfort e relax. La posizione migliore e verso SUD, SUD-OVEST, da dove proviene l’energia calda fondamentale per i rapporti interpersonali.
E’ fondamentale la luce naturale e l’esposizione verso il paesaggio esterno. Il soggiorno deve essere collocato tra l’ingresso e la cucina in modo che gli ospiti non attraversino gli spazi intimi e allo stesso tempo e facile servire pranzi e break senza attraversare altri ambienti.

Oggi il soggiorno è visto come un unico ambiente che comprende anche la sala da pranzo e la cucina, è bene comunque dividere l’openspace in attività ben precise e distinte per non creare confusione all’interno dell’ambiente.

La collocazione ideale per i divani e le poltrone sono contro una parete, per un senso di protezione, se questo non è possibile si possono collocare al centro dell’ambiente, comunque rivolte sempre verso la porta d’ingresso per controllare chi entra e chi esce dalla stanza.

Importanti sono gli oggetti con forte valenza simbolica (soprammobili, quadri, fotografie, tappeti, piante e specchi) in cui i proprietari della casa possano ‘riconoscersi’ agli occhi degli ospiti; e gli oggetti che possono riequilibare l’energia come candele e immagini naturali.

Il colore delle pareti è un aspetto fondamentale per valorizzare e armonizzare l’ambiente, sono consigliati colori chiari e caldi come l’ocra, nelle sfumature del giallo, l’arancione, il rosso invece e meglio limitarlo a piccoli oggetti per scaldare l’ambiente se risulta un pò ‘spento’.

Come il colore anche la luce riveste un ruolo fondamentale; di giorno il soggiorno deve essere inondato di luce naturale, mentre di sera la luce artificiale deve essere più tenue e calda, perchè il soggiorno oltre al ruolo di intrattenimento è anche un’ambiente di relax soprattutto di sera.
Nella scelta degli arredi privilegiamo mobili con forme morbide, curvilinee, in particolare in tavoli ovali o tondi che sono più adatti alla socializzazione, in quanto non presentano spicoli vivi.

Per il soggiorno diamo preferenza a materiali naturali, quindi il legno, il cotto, la pietra naturale e facciamo la stessa cosa per i tessuti (cotone, lino, seta, lana etc.).
Utilizziamo tende più leggere dove vogliamo far entrare la luce e tende più pesanti per coprire una brutta visuale o evitare l’esposizione a sguardi indiscreti. Se vogliamo porre una libreria, collochiamola in una zona non incombente, quindi non alle spalle di chi sta seduto ma appartata e di facile utilizzo, con una buona illuminazione.

E’ possibile inserire elementi fissi come acquari o delle fontane nei punti dove ristagna l’energia; porrè dei camini o delle stufe (se possibile) che scladano l’ambiente non solo termicamente ma anche per quanto riguarda l’energia vitale inoltre è consigliabile inserire delle piante particolarmente resistenti come cactus e bambù o oggetti che richiamo la natura per migliorare il comfort.