(fonte immagine linearch.it)

Il bagno
E’ la stanza dell’acqua, della pulizia e della purificazione, è l’unico ambiente della casa che non può essere frequentato durante la giornata ed allo stesso tempo non può essere unito agli altri locali, per questo è consigliabile posizionare il bagno verso nord, lontano dall’ingresso e della cucina.

Questa stanza deve essere nascosta rispetto alle altre e la sua porta non deve essere frontale ad altri ambienti della casa, al contrario, è consigliabile schermarla con altri oggetti come piante o paraventi. Le tubazioni del bagno devono essere differenti e separati rispetto a quelli della cucina e non devono passare sotto altri locali della nostra abitazione.

I colori predominanti del bagno devono essere l’azzurro, il grigio, il verde e il bianco, o comunque colori tenui sia per le pareti, sia per la pavimentazione, è possibile utilizzare anche materiali naturali come il legno.

Non è consigliabile utilizzare troppo colori accesi come il rosso, ma limitarlo ad alcuni punti se si vuole ‘scaldare’ l’ambiente. Il bagno deve essere luminoso e ampio, se questo non è possibile e consigliabile l’utilizzo di specchi oltre a quello del lavabo, perchè aumenta la luminosità della stanza; è importante però non mettere specchi uno difronte all’altro.

Altro aspetto importante ma non sempre realizzabile e separare i sanitari; infatti bisognerebbe separare gli arredi ‘sporchi’ come il wc dagli arredi ‘puliti’ come il lavabo, la vasca o la doccia. Questo se ottiene inserendo dei paraventi o costruendo apposite cabine.

I materiali che meglio si associano a questo ambiente sono la cermamica il marmo lucido etc. importante e che i materiali siano riflettenti, perchè aumentano la luminosità della stanza, inquanto riflettono la luce naturale e artificiale.

Altro punto importante è l’illuminazione naturale garantita da ampie finestre che irraggiano completamente il bagno e allo stesso tempo sono fonte di ricambio d’aria.

Per rimediare ad ambienti piccoli, è necessario utilizzare rivestimenti e pavimenti molto riflettenti, e utilizzare ventole per l’aerazione forzata, questo per sopperire alla scarsa luminosità e allo scarso ricambio d’aria.